SANREMO IN CERCA DI MECENATI PER TUTELARE IL PATRIMONIO ARTISTICO

SANREMO IN CERCA DI MECENATI PER TUTELARE IL PATRIMONIO ARTISTICO

Per ogni euro donato al Comune di Sanremo per interventi a tutela del patrimonio culturale sarà possibile godere di un regime fiscale agevolato con un credito di imposta di 65 centesimi. È stata una delibera di giunta a far adottare all’amministrazione Biancheri l’«Art Bonus», una formula di «mecenatismo interessato» che come volano ha proprio il 65% di agevolazione fiscale. La giunta ha individuato anche i beneficiari delle donazioni. L’elenco comprende: Palazzo Bellevue, il casinò e Palazzo Roverizio tra gli immobili storici; le ville Zirio, Angerer, Ormond, Luca e Mercede; il parco di Villa Ormond oltre a portali e fontane del centro storico. Il Comune assicura che le donazioni non si «perderanno» nei meandri del bilancio cittadino ma che finiranno in un fondo dedicato che periodicamente consentirà di mettere mano alle situazioni cui trovare una soluzione.

Il motivo è desolante ma reale: «La progressiva riduzione delle risorse finanziarie a disposizione dell’amministrazione comunale rende sempre più difficile garantire la tutela, la manutenzione e la gestione del patrimonio culturale cittadino».

Torna al blog